biglietti da visita

Il prodotto pubblicitario ed essenziale per ogni tipo di brand è tutt’oggi il biglietto da visita, infatti questo strumento viene presentato ad inizio o alla fine di un qualsiasi primo incontro professionale.

Un buon biglietto da visita creato accuratamente può colpire positivamente il nostro interlocutore, per raggiungere questo risultato abbiamo creato una semplice guida di 5 punti.

1. Il Formato giusto

Il formato del biglietto da visita non è stato studiato a caso, anzi è un giusto connubio tra le dimensioni ridotte e una superficie abbastanza grande per inserire le informazioni essenziali.
Il formato standard misura esattamente 85 x 55 millimetri, questa grandezza è la medesima di una carta di credito, infatti è studiato per essere conservato facilmente all’interno del nostro portafoglio.

Cose da evitare:

  • Formato più grande “difficile da conservare all’interno del nostro portafoglio o porta biglietti”
  • Formato più piccolo “poco spazio e font troppo piccoli, infatti si consigliano font superiori ai 9 pt”

2. Non eccedere con i contenuti

Come abbiamo detto poc’anzi il biglietto da vista standard misura 8,5 x 5,5 cm, per le sue dimensioni assai ridotte siamo vincolati a inserire soltanto dati essenziali, quindi evitiamo di trasformare il nostro biglietto da visita in un volantino in miniatura.
Limitiamoci ad inserire:

  • il nostro nome
  • il logo se rappresentiamo un band
  • i nostri dati di contatto fisici e virtuali

3. La grafica

Il biglietto da visita rappresenta noi, la nostra azienda o il nostro brand, non scopiazziamo tutto, lasciamoci ispirare ma non condizionare.
Non riempiamo tutti gli spazzi del biglietto da visita, non è una sfida a chi aggiunge più contenuti, non inseriamo foto, ghirigori, cornici e ect.

Consigli:

  • Utilizziamo uno sfondo a contrasto con il testo
  • Sfruttiamo sia il fronte che il retro
  • Utilizziamo il fronte per il logo e il retro per i contenuti

Se non sappiamo utilizzare i programmi di grafica possiamo utilizzare l’editor di disegno presente sul sito BStampa.com.

4. La carta

Il supporto di stampa “la carta” è una cosa fondamentale, infatti noi forniamo biglietti da visita in carta patinata 350 gr, e sconsigliamo di utilizzare grammature inferiore ai 300 gr.
Utilizzando un supporto troppo leggero il biglietto da visita in un portafoglio durerà molto poco.
È in alcuni casi consigliamo di plastificare il biglietto da visita per aumentare la sua durata, ad esempio se il fondo del biglietto è nero la carta non plastificata si rovinerà quasi subito, perché?
Qualsiasi tipo di carta sollecitata anche minimamente inizierà a lesionarsi, se il colore di fondo è chiaro queste piccole crepe non si noteranno, invece se il fondo è scuro ad esempio nero queste crepe si noteranno sin dai primi istanti, per evitare tutto ciò si coniglia la plastificazione del supporto di stampa.

5. Aggiornamento dei biglietti da visita

Il tempo e tiranno, passa, e passa per tutti e per tutto, per la nostra auto, per i nostri vestiti e per i nostri biglietti da visita.
Cerchiamo di rinnovare il biglietto da visita almeno una volta ogni 2 anni, per non dare un idea stantiva del nostro brand.
In caso di variazioni non scriviamo a penna sul nostro biglietto da visita, ma attiviamoci subito per ordinare dei nuovi biglietti, infatti se il nostro biglietto da visita rappresenta la nostra azienda variando i dati a penna daremo l’impressione di un organizzazione pessima.

Questa guida nasce per aiutare è migliorare i nostro layout, ora prendiamo il nostro biglietto da visita e vediamo quanti punti rispetta e se possiamo migliorarlo.

Lascia un commento